A questi avventurosi noi dobbiamo tutto: vite individuali che hanno illuminato il mondo.

Yogananda Jung Alan Watts Collage
Yogananda, C.G. Jung, Alan Watts

La luce individuale
che illumina il mondo

(di Emanuele Casale)

Jung ci ha dimostrato, con la sua vita e il suo lavoro scientifico inestimabile, un’insegnamento che è antico quanto il mondo e che il filosofo Schopenhauer racchiudeva in questa massima:

Solo la luce che uno accende a se stesso, risplende in seguito anche per gli altri.

Questa è una bellissima conseguenza – risplendere anche per gli altri – a cui porta quello che Jung chiamava processo di individuazione.

Il post in questione è dedicato a chi, attraverso il conseguimento pieno della propria vita individuale, spontaneamente ha illuminato quella di milioni di altre, e continua a farlo.

Qualcuno diceva:

Ciò che facciamo in vita, riecheggia per l’eternità


Anime Famiglia

[dropcap letter=”«D”]iceva Pascal che “quando non si sa la verità di una cosa è bene che vi sia un errore comune che fissi la mente degli uomini”, ma è anche bene sapere che si tratta di un errore, per evitare che un semplice accordo diventi qualcosa di dogmatico, una penosa tirannia che ognuno si porta senza capirne più il significato.

Chi è abituato ad andare in montagna trova delle frecce gialle che indicano sentieri e passeggiate sicuri ed è bene che le persone non pratiche seguano queste indicazioni. Ma potrebbe esserci qualcuno che preferisce nuovi sentieri, diverse emozioni e sarà la fede nelle sua capacità di orientamento che lo spingerà su percorsi insoliti.

A questi avventurosi noi dobbiamo tutto perchè essi sgretolano l’immobilità della storia.»
(Aldo Carotenuto – Diario di una segreta simmetria. Sabina Spielrein tra Fredu e Jung)

 

«Alcuni, passando su questa terra, ci lasciano degli Amori che sono eterni. Passano da qui lasciando un’impronta eterna, che è personale e al tempo stesso universale, collettiva.

Ciò che lasciano è un Amore di un senso superiore, e non riguarda semplicemente quell’amore che si declina in un Io con un Tu, non un amore che lega due esseri umani. Taluni individui sono stati, nell’arco della loro vita, strumenti dell’Amore cosmico.

Essi dovevano incarnare – entro le loro capacità – un Amore non solo destinato ai propri cari, ma un Amore di senso superiore destinato a declinarsi nel mondo intero:
un Amore per la vita, per la conoscenza, un Amore per la terra, per l’Anima, per la luce che viene dall’Ombra,

un Amore che potesse spingere molti altri a realizzare quella Verità che vive in ogni uomo, in ogni donna, in ogni attimo…»
(Emanuele Casale – 14/10/2015)

Il mistero dei custodi del mondo - Ibn 'Arabi
Il mistero dei custodi del mondo (Ibn ‘Arabi)

«L’uomo, la cui vita è stata toccata da un fattore infinito e [simple_tooltip content=’l’esperienza peculiare, extra-razionale, di una presenza invisibile, maestosa, potente, che ispira terrore ed attira: tale esperienza costituirebbe l’elemento essenziale del «sacro» e la fonte di ogni atteggiamento religioso dell’umanità.’]numinoso*[/simple_tooltip], ha sempre con sé, ovunque egli vada – nelle cose, tra le cose, tra i suoi simili – una certa aura di presenza psichica penetrante.

E’ qui tra noi, ma al tempo stesso ha un piede o una mano in un altrove, in un’origine, la cui natura appartiene anche a noi.

Quest’assetto della consapevolezza, alcuni saggi nel passato, lo hanno denominato “viaggiare tra i mondi”.»
(Emanuele Casale – 17/07/2015)

“Ci sono esseri
che percorrono l’arduo sentiero
che passa per la rischiosa palude
delle passioni corrosive
attraversano l’oceano dell’illusione
l’oscurità dell’ignoranza
e vanno oltre.
Hanno come sostegno
la saggia contemplazione
come rifugio la libertà dal dubbio
sono liberati:
questi sono per me esseri grandi.”
(Il Buddha – Dhammapada verso 414)

Licenza Creative Commons


ALCUNI LIBRI DEI TRE AUTORI IN FOTO:

Lasciare andare Tao acqua che scorre
Il Tao. La via dell’acqua che scorre (Alan Watts)

 

Autobiografia di uno Yogi - Yogananda
Autobiografia di uno Yogi (Yogananda)

 

Jung Ricordi Sogni Riflessioni autobiografia
Ricordi, Sogni, Riflessioni (autobiografia di C.G. Jung)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *