Ecco perché ho bisogno di psicoterapia: per abitare i miei vuoti. Una poesia di Marwan

0
19

Marwan Psicoterapia Poesia edited

Se vuoi sentirti pieno dovresti cominciare
col nuotare nei tuoi vuoti.
(Vanesa Montserrat)

Psicologia e Poesia è sempre stato uno dei binomi preferiti del Jung Italia.

Ho scoperto da meno di un anno questo talento naturale, un poeta spagnolo dei giorni nostri, Marwan.

Consiglierei a tutti la sua bellissima raccolta Tutti i miei futuri sono con te, dove ho trovato perle uniche, tra cui questa poesia che segue e che trovo… meravigliosa!

Una poesia che dà voce a bisogni e necessità di tutte quelle persone che si sono trovate, o si trovano, in una situazione che dura da troppo tempo e per la quale sentono di voler chiedere aiuto a qualcuno di esperto (uno psicoterapeuta in tal caso) ma che non trovano il coraggio, la forza e – per così dire – una “razionale e giusta” causa esterna per giustificare il loro chiedere aiuto…

Questa poesia può essere positiva in tal senso!

Tutti i miei futuri sono conte - Marwan
Tutti i miei futuri sono con te (Marwan)

Prima di lasciarti alla poesia ti lascio scritto questo:

Chiedere aiuto, entrare in psicoterapia o in analisi quando ne sentiamo il bisogno – pur quando non vogliamo ammetterlo neanche a noi stessi – è una forma d’amore verso noi stessi, che può essere decisiva e segnare e migliorare una vita intera, per sempre…


Psicoterapia Poesia

«Ho bisogno di psicoterapia perché ho cominciato a guardare solo fuori.

Ho bisogno di psicoterapia perché cadere otto volte nello stesso piccolo abisso
non può mai essere casualità bensì causalità.

Ho bisogno di psicoterapia perché il mondo è un abito
che ultimamente mi sta straordinariamente male,
perché il mondo è un abito e, chissà,
un divano forse è il camerino giusto.

Ho bisogno di psicoterapia perché cerco nel piacere
un modo per riempire tutti i vuoti che ho nell’anima
e voglio conoscere questi vuoti per riempirli
con parole di amor proprio, con carezze a me stesso.

Ho bisogno di psicoterapia perché la mia voglia di divorare il mondo
è finita quando ho sentito che il mondo si impegnava a divorare me
e qui non c’è retorica, qui c’è qualcuno che deve imparare
che vivere non è essere pranzo né commensale
e non si può sperare che sia il mondo a impararlo.

Ho bisogno di psicoterapia perché vedo cose
e non è bello vedere in te quello
che tanto ti infastidisce vedere negli altri,
perché a volte sento che nessuno fa parte di me.

Ho bisogno di psicoterapia perché sono un uomo normale
che lavora più del normale, per brillare più del normale,
com’è normale in questo sistema e mi sto rendendo conto
che il normale non ha niente a che vedere con il naturale.

Ho bisogno di psicoterapia perché gli anni mi hanno reso odiosamente responsabile
e crescere non deve consistere solo nel viaggiare verso il paese delle responsabilità.
Deve consistere anche nel vivere in pace con le tue ferite,
in pace con il tuo passato, in pace con le persone.

Ho bisogno di psicoterapia perché pensavo di aver già cancellato tutto
ma la vita ti consegna i problemi pezzo a pezzo
e ha sempre un altro regalo pronto per essere aperto,
per farti crescere ancora un po’.

Ho bisogno di psicoterapia perché ultimamente non ho saputo aprire questi regali.

Per tutte queste ragioni so di aver bisogno di psicoterapia
e sono già al lavoro, in cerca di uno psicologo.»

(Marwan – Tutti i miei futuri sono con te)

Libri d'Amore
Tutti i miei futuri sono con te (Marwan)

CONDIVIDI
Articolo precedenteEssere nuvole significa essere sospesi. Quando ci sentiamo come nuvole? (Michele Mezzanotte)
Prossimo articoloPolis Analisi: a Roma la scuola di psicoterapia Gruppoanalitica, Relazionale e Socio-Costruttivista
Emanuele Casale
Fondatore del Jung Italia. Laureando in psicologia Clinica presso l'Università Gabriele D'Annunzio. Fin dall'età di 14 anni ho iniziato ad interessarmi alla filosofia occidentale e orientale e all'età di 17 anni scopro Jung. A 21-22 anni iniziano le mie attività di pubblicazioni tramite riviste di psicologia e interventi in qualità di ospite o relatore presso convegni e seminari di psicologia. Nel 2012 conosco in Svizzera uno dei nipoti di Jung, e l'anno successivo mi concede un'intervista speciale per la rivista di psicologia "L'Anima fa Arte". Attualmente collaboro come studioso indipendente con associazioni, riviste scientifiche, scuole di psicoterapia e diversi autori accademici e non. I miei studi d'approfondimento vertono sulla psicologia complessa e le ricerche sugli sviluppi del versante "Psiche e Materia" (Psicologia e Fisica)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome