Umberto Galimberti

Umberto Galimberti - Autori Blog Categoria

Umberto Galimberti (Monza, 2 maggio 1942) è un filosofo ed (ex) psicoanalista junghiano.

Tutti lo conoscono come filosofo, un antico greco dei giorni nostri, ma pochi sanno che in realtà è anche uno psicoanalista di stampo “junghiano”. Iniziò la sua formazione nel 1975 presso il CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) per poi diventare membro dello IAAP (International Association for Analytical Psychology. I suoi contributi sono oggi di forte interesse sia per il grande pubblico che per l’ambito della psicologia e filosofia moderne. La sua riflessione gira attorno alla tecnica, la scienza, la filosofia, la fenomenologia, il nichilismo, la caduta dell’Occidente e del Cristianesimo…


ARTICOLI:

U.Galimberti e Mario Trevi: “L’Amore e il sentimento della destinazione reciproca” – (da “Le cose dell’Amore)

U.Galimberti e Mario Trevi: “L’Amore e il sentimento della destinazione reciproca” – (da “Le cose dell’Amore)

«L’amore non rinnega il sesso e l’erotica, ma li fa ruotare intorno a quel “tu” che ognuno di noi, almeno una volta nella vita, sente  come un “tu-destino”. Questo “sentimento della destinazione reciproca”, come lo chiama Mario Trevi, non può essere compreso dall’esterno e sfugge anche a chi ne è coinvolto e che non riesce più a distinguere sé da…

«Se ti sei innamorato una volta, sai ormai distinguere la vita dalla sopravvivenza» – di Umberto Galimberti (Le cose dell’amore)

«Se ti sei innamorato una volta, sai ormai distinguere la vita dalla sopravvivenza» – di Umberto Galimberti (Le cose dell’amore)

« […] E allora solo l’amore, con la vibrazione delle sue folgorazioni, può favorire quel cedimento della mente che è necessario, perché la roccaforte della ragione, a differenza del cuore, è incapace di sfiorare la verità senza possederla. Infatti, come scrive il teologo greco-ortodosso Christos Yannaras: “Se ti sei innamorato una volta, sai ormai distinguere la vita da ciò che…

«Un invito a vivere fino in fondo le relazioni da vivi…»

«Un invito a vivere fino in fondo le relazioni da vivi…»

«Un invito a vivere fino in fondo le relazioni da vivi, perché, dopo la morte di uno dei due, la relazione si custodisce nell’interiorità di chi sopravvive, ma l’altro non risponde. E questa non risposta sigilla la nostra inoltrepassabile solitudine, che forse è la realtà ultima della nostra esistenza, che si rivela solo quando il nostro amico o nemico se…

Quando anche il “sano realismo” diventa illusione e difesa (U.Galimberti)

Quando anche il “sano realismo” diventa illusione e difesa (U.Galimberti)

«Il nostro desiderio di sicurezza e la nostra sete di passione ci spingono in direzioni opposte. Qualsiasi eccitazione idealizzante, infatti, mette l’amante in pericolo, perché l’idealizzazione può non essere ricambiata, l’amore può non essere corrisposto. E allora si troncano gli amori sul nascere, non perché l’idealizzazione viene meno a contatto con la realtà e la familiarità, ma per non dipendere…