Giancarlo Fattori

"Perchè tarda a giungere la notte…" SONETTO 4, di Giancarlo Fattori

"Perchè tarda a giungere la notte…" SONETTO 4, di Giancarlo Fattori

SONETTO N°4 “Perché tarda a giungere la notte, a rinfrescare del cuore le ferite? Come le onde dal tempo annerite si vanno a frangere tra silenziose grotte. E freme il cielo, e l’anima s’imbruna, solcando mari con barche senza vela, mentre la morte rischiara la laguna con fioco lume che il cielo, poi, raggela. Ché nel periglio m’appresto a naufragare,…

«…e con le dita accarezzi questo abisso dell’anima» (di Giancarlo Fattori) INEDITO

«…e con le dita accarezzi questo abisso dell’anima» (di Giancarlo Fattori) INEDITO

«Vieni. Tendi le tue ali d’albatro, ascolta, nel vuoto che m’è di fronte: al lamento sei sordo, al baratro; profonda risplende una notte d’acrilico, vapore informe di nebbia raggiante, la tua mano un tumulo magico, arcaico. Scompare il fossato nel volto di pietra, si dissolvono labbra dal sole scolpite, già sciolte nel vento, tinte sulla finestra; un buco rimane, tra…