Amore

Sguardo AMore

Amore abita la reciprocità dello sguardo. Gli occhi dell’amore. Psicologia e sguardo

Amore abita la dimensione dello sguardo «Nell’amore gli occhi, lo sguardo, conservano il loro ruolo primitivo di strumento di comunicazione privilegiato. Lo sguardo consente di vivere qualsiasi esperienza…» (Aldo Carotenuto – Eros e Pathos: margini dell’amore e della sofferenza – Bompiani Edizioni, p.44) «In fondo l’amore si fa con gli occhi. Solo due persone che si amano si possono guardare….

“Nei nostri silenzi più solitari ci veniamo incontro l’un l’altro” (Ottokar Brezina)

“Nei nostri silenzi più solitari ci veniamo incontro l’un l’altro” (Ottokar Brezina)

“Ed è nei nostri silenzi più solitari che ci veniamo incontro l’un l’altro. Possano le guance arrossate da una colpa antica rinfrescarsi alla rugiada d’un’ombra nuova dove potremo un giorno penetrare nell’anima dei nostri nemici con la mitezza dell’amore “. (Ottokar Brezina) Grazie per la segnalazione di questo bellissimo stralcio a ELDO STELLUCCI

«E con le dita accarezzi questo abisso dell’anima» – Poesia di Giancarlo Fattori

«E con le dita accarezzi questo abisso dell’anima» – Poesia di Giancarlo Fattori

«Vieni. Tendi le tue ali d’albatro, ascolta, nel vuoto che m’è di fronte: al lamento sei sordo, al baratro; profonda risplende una notte d’acrilico, vapore informe di nebbia raggiante, la tua mano un tumulo magico, arcaico. Scompare il fossato nel volto di pietra, si dissolvono labbra dal sole scolpite, già sciolte nel vento, tinte sulla finestra; un buco rimane, tra…

Amare è un’angusta occasione per il singolo di maturare – Versi di Rainer Maria Rilke

Amare è un’angusta occasione per il singolo di maturare – Versi di Rainer Maria Rilke

«Amare è un’angusta occasione per il singolo di maturare, di diventare in sé qualcosa, diventare mondo grazie ad un altro, è una grande immodesta istanza che gli vien posta, qualcosa che lo elegge, lo chiama a un’ampia distesa” (Rainer Maria Rilke) “Questo è il paradosso dell’amore fra l’uomo e la donna: due infiniti si incontrano con due limiti; due bisogni…

In ultima analisi TUTTO è un problema di sapersi relazionare -a, -con. (Emanuele Casale)

In ultima analisi TUTTO è un problema di sapersi relazionare -a, -con. (Emanuele Casale)

« (…) In ultima analisi è sempre e solo un problema esclusivamente di “relazione” che dilania e distrugge l’uomo. Che sia un “relazionarsi” col divino, con il proprio partner, con l’altro in generale, con dimensioni interiori proprie, con situazioni esterne, con paure, angosce, sentimenti…tutto si concentra sulla fondamentale questione del sapersi relazionare –a, -con.» (Emanuele G. Casale , Pescara 2014. Registrato…

Quello “stare insieme” che non arriva però all’intimità. Il “noi” che sostituisce l’Io. (Berne; Barthes; R.Bach)

Quello “stare insieme” che non arriva però all’intimità. Il “noi” che sostituisce l’Io. (Berne; Barthes; R.Bach)

«Per pochi fortunati esiste qualcosa che trascende ogni classificazione del comportamento, ed è la consapevolezza; qualcosa che si leva al di sopra della rievocazione del passato, ed è la spontaneità; e qualcosa che è più soddisfacente dei giochi, ed è l’intimità. Ma sono tre cose che possono rivelarsi insopportabili e addirittura pericolose per chi non vi è preparato. Forse costoro…

Nelle relazioni è fondamentale accettare e abbracciare la diversità/alterità dell’altro. (Eldo Stellucci; Emanuele Casale)

Nelle relazioni è fondamentale accettare e abbracciare la diversità/alterità dell’altro. (Eldo Stellucci; Emanuele Casale)

«Ognuno porta le proprie diversità, quelle straordinarie diversità che ci affascinano. Ma se io nego la tua diversità, nego la mia stessa unicità. E vivo l’intramontabile nostalgia dell’eterna solitudine…» (Eldo Stellucci  – Registrato con Licenza CC – Creative Commons  Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.) «Stiamo portando, l’uno nella mano dell’altro, l’opposto in noi che entrambi conteniamo. Io…