Libro Rosso

puer divino gesù bambino

La nascita del fanciullo divino (puer) a Natale. Alcuni passi tratti dal Libro Rosso di Jung

Natale e la nascita del Puer Divino (fanciullo divino) Alcuni estratti dal Libro Rosso di Jung sulla nascita del fanciullino divino, simbolo del Natale. inanzi a te poni l’uovo, il Dio al suo principio E guardalo, E covalo con il suo sguardo di magico calore. […] E’ iniziato il NATALE. Il Dio è nell’uovo. Ho steso davanti al mio Dio un…

Jung Libro Rosso

Quanti oggi sono in contatto con la propria Anima? Una lettera sul Libro Rosso di Jung

Dal Libro Rosso, di Jung: «..quanti, infatti, oggigiorno sono in contatto con la propria anima? Senz’anima non c’è via che consenta di trascendere questo tempo.» (C.G.Jung – Libro Rosso, p.232) Commentando questo passo, Cary Baynes osserva (e scrive a Jung): ono arrivata al suo colloquio con l’anima [riferito ad un punto del Libro Rosso]. Tutto quel che scrive è detto nel…

Il fuoco della passione: bisogna ardere della propria fiamma affinchè la vita brilli

Il rapporto tra passione, conoscenza e consapevolezza Comincia sempre da te; in tutte le cose e soprattutto con l’amore. Amore è portare e sopportare sè stessi. La cosa comincia così. Si tratta veramente di te; tu non hai ancora finito di ardere; devono arrivarti ancora altri fuochi finchè tu non abbia accettato la tua solitudine e imparato ad amare. (C.G.Jung…

Dare aiuto al prossimo: l’illusione moderna. Non puoi intervenire sull’Altro, ma su di te.

Dare aiuto al prossimo? Aiuta prima te stesso, e aiuterai il mondo u non devi intervenire sull’Altro, ma su di te, a meno che l’Altro richieda il tuo aiuto o la tua opinione. Comprendi tu quello che l’Altro fa? Mai… D’altronde come potresti? E un altro comprende ciò che fai tu? Da dove viene il diritto di avere opinioni sugli…

Dal Libro Rosso di Jung: Il fuoco ancestrale deve tornare ad ardere, poichè la notte del mondo è lunga e fredda

Di seguito un passo tratto dal Libro Rosso di Jung che è molto attuale per questi giorni, per questo approssimarsi dei giorni verso la fine del 2016. Il Libro Rosso oggi ci parla (o Ci legge) in mille modi sempre più attuali per noi, come quegli antichi testi sapienziali che aprono orizzonti e squarciano veli sul presente e sul futuro che ci sta innanzi….

«Echoes» dei Pink Floyd: una canzone ai "Morti" di cui parla Jung nel Libro Rosso?

«I morti non sono assenti, sono esseri invisibili.» (Sant’Agostino) «Noi proseguiamo in vita la catena delle generazioni e paghiamo pegno al passato. Fin tanto che non si è “cancellato il debito”, “un’alleanza invisibile” ci spinge a ripetere, che lo vogliamo, che lo sappiamo, la situazione piacevole o l’evento traumatico, la morte ingiusta, persino tragica, o la sua eco.» (Nice-Hyères, 1989)…

Dal Libro Rosso di Jung: Voltai le spalle alla morte per andare in cerca del luogo della vita interiore” (Jung)

Dal Libro Rosso di Jung: Voltai le spalle alla morte per andare in cerca del luogo della vita interiore” (Jung)

“Ti sei sentito risucchiato dalla morte collettiva, dalla morte nel luogo piú profondo della terra, dalla morte nel tuo profondo che respira e fluisce in modo bizzarro. (…) Quella notte ho conosciuto la morte, il perire che si stende sull’universo intero. Ho visto come viviamo procedendo verso la morte, come l’ondeggiante grano dorato si abbassa sotto la falce del mietitore,…

“quello che rifiuto viene fatto a me; ciò che respingo entra senza accorgermene” (Jung – dal Libro Rosso)

“quello che rifiuto viene fatto a me; ciò che respingo entra senza accorgermene” (Jung – dal Libro Rosso)

“Ciò che respingo lo accolgo in me pur senza accorgermene. Ciò che accetto finisce nella parte della mia anima a me nota; ciò che rifiuto va nella parte della mia anima che non conosco. Quello che accetto lo faccio io stesso, quello che rifiuto viene fatto a me. (…) L’opposizione esterna è un’immagine della mia opposizione interiore. Dopo che l’ho…

Confessare a se stessi e vivere il proprio desiderio. Troppi non vogliono sapere a che cosa anelano (Libro Rosso – Jung)

Confessare a se stessi e vivere il proprio desiderio. Troppi non vogliono sapere a che cosa anelano (Libro Rosso – Jung)

«Non è poco confessare a se stessi il proprio vivo desiderio. Molti hanno bisogno di un particolare sforzo d’onestà. Troppi non vogliono sapere a che cosa anelano, perché ciò pare loro impossibile o troppo doloroso. Il desiderio è però la via della vita. Se non ammetti di fronte a te stesso il tuo desiderio, allora non seguirai te stesso ma…