Psicologia

Le macchie di Rorschach e i Test di personalità: i debiti verso Jung. La testistica e i contributi primari di Jung.

Le macchie di Rorschach e i Test di personalità: i debiti verso Jung. La testistica e i contributi primari di Jung.

«Lei ha conosciuto Hermann Rorschach, vero? – No, mi evitava come la peste. Ma l’ha conosciuto? – No, non l’ho mai incontrato. Nautralmente, nei termini “introtensivo” ed “estratensivo”, Rorschach rispecchia i suoi concetti di introversione ed estroversione. – Si, ma mi detestava perché li avevo detti io per primo, e questo è imperdonabile; non l’avrei mai dovuto fare! Dunque davvero…

Reincarnazione, Psicologia e Clinica. Recensione al film “I ORIGINS” (2014), di Emanuele Casale per la Rivista di Psicologia “International Journal of Psychoanalysis & Education”

Reincarnazione, Psicologia e Clinica. Recensione al film “I ORIGINS” (2014), di Emanuele Casale per la Rivista di Psicologia “International Journal of Psychoanalysis & Education”

“I ORIGINS” (2014, Mike Cahill)   «Ma noi abbiamo amato e pianto in un’altra esistenza; Il vago e attraente istinto del ricordo è sacro.» (Kalidasa, Shakuntala)       «Niente è mai veramente perduto, o può essere perduto, Nessuna nascita, forma, identità nessun oggetto del mondo. Nessuna vita, nessuna forza, nessuna cosa visibile; L’apparenza non deve ostacolare, né l’ambito mutato confonderti il cervello.»…

Tra due esseri umani a volte può esserci un “filo d’oro” (da “Jung Parla”)

Tra due esseri umani a volte può esserci un “filo d’oro” (da “Jung Parla”)

SULLA RELAZIONE – Da un intervista a Jung fatta da Esther Harding (Kusnacht, 13 Maggio 1922): “Oggi il dottor Jung ha parlato delle varie forme di rapporto, il rapporto sessuale, il rapporto di amicizia (che è desiderio sessuale addomesticato, con i suoi obblighi a scriversi di frequente, e così via). Ma c’è un terzo tipo di rapporto, l’unico durevole, in…

Ogni distacco ha lo scopo di mantenere un contatto: è una struggente modalità di rapporto. Da “Eco a me stesso”di M.Alessandrini

Ogni distacco ha lo scopo di mantenere un contatto: è una struggente modalità di rapporto. Da “Eco a me stesso”di M.Alessandrini

«E’ possibile amare se stessi, e tutto ciò che dentro se stessi soffre? Ed è possibile amare gli altri, e tutto ciò che in noi, nel rapporto con gli altri, soffre? Cristiano d’oriente, mistico e anacoreta del VII secolo, Isacco di Ninive scrive: “Vuoi tu acquisire, secondo il comandamento dell’evangelo, l’amore del prossimo, all’interno della tua anima? Allontanati da lui…

Il mondo interiore del trauma – Donald Kalsched

Il mondo interiore del trauma – Donald Kalsched

Donald Kalsched, Il mondo interiore del trauma Riassunto (a cura di Zaira Cestari) Con il termine trauma Donald intende ogni esperienza che causa nel bambino una sofferenza o un’angoscia psichica intollerabile. Un’esperienza è intollerabile quando sopraffà i meccanismi di difesa consueti. Un trauma così può variare dalle intense esperienze di abuso nell’infanzia, ai ripetuti traumi cumulativi dei bisogni di dipendenza inappagati…

Matrimonio: basi psicologiche e dinamiche di coppia. Cosa ci dicono Jung e altri analisti?

Matrimonio: basi psicologiche e dinamiche di coppia. Cosa ci dicono Jung e altri analisti?

«L’idea che il matrimonio esista per migliorarsi reciprocamente e’ pessima: sarebbe come essere sempre a scuola» (C.G.Jung) Passaggi e stralci di Jung, Carotenuto e Marie Louise Von Franz, che tentano di descrivere alcune dinamiche “classiche” dei rapporti matrimoniali. Si cerca anche di far luce su un aspetto spesso non considerato, cioè di come il padre e la madre di un…

Scappiamo ancora da noi, tramite l'Altro, gli Altri? Le Psicologie troppo "relazionali"

Scappiamo ancora da noi, tramite l'Altro, gli Altri? Le Psicologie troppo "relazionali"

«Ho un semi-inconscio timore per le sempre più attuali ed esasperate “Psicologie dell’Altro”, “delle relazioni con l’Altro”. Non negandone l’imprescindibilità ad alcuni livelli di conoscenza terapeutica e di ricerca, mi sembra però che questo focus attentivo di una certa psicologia che pone all’Altro, sia un’ennesima mossa del mancato riscatto della propria Ombra, un ripetersi storico del misconoscimento di Sé fatto…

"Incontri con la morte" – Come viviamo la "morte", biologica e psicologica? Recensione di Emanuele Casale

"Incontri con la morte" – Come viviamo la "morte", biologica e psicologica? Recensione di Emanuele Casale

Recensione al libro “Incontri con la morte” (1984) a cura di Emanuele G. Casale Autori: Marie Louise Von Franz, L.Frey-Rohn, A.Jaffè, L.Zoja Per scaricare l’ebook (pdf) del libro intero cliccare –> qui <– ———————– «Per vederci chiaro ci è necessario il rigore della morte. La vita vuole vivere e morire, iniziare e finire. Se accetto la morte, il mio albero rinverdisce,…

Rivista di Psicologia "L'Anima fa Arte". Uscito il n.7 ! (Scaricabile Gratuitamente)

Rivista di Psicologia "L'Anima fa Arte". Uscito il n.7 ! (Scaricabile Gratuitamente)

E’ on-line il nuovo numero dell’ «Anima Fa Arte» – Rivista Di Psicologia – con l’inedita intervista allo psicosciamano Cristòbal Jodorowsky! La rivista è scaricabile GRATUITAMENTE al seguente link cliccando —-> QUI <—- In questo numero hanno scritto per noi: -Michele Mezzanotte: Sogno o son desto? -Vincenzo Ampolo, Martha Nieuwenhuijs. Dallo stupore all’incanto -Alfredo Vernacotola: L’archetipo del tempo: attraversando l’infinito -Mario Gullì, Lucia Guerrisi: Se è…

Differenza tra SIMBOLO e SEGNO. Essenziale soprattutto in Psicologia e Psicoterapia

Differenza tra SIMBOLO e SEGNO. Essenziale soprattutto in Psicologia e Psicoterapia

“A mio modo di vedere, il simbolo deve essere distinto rigorosamente dal concetto di puro SEGNO. Significato simbolico e significato semeiotico sono cose completamente diverse. Ogni concezione che definisce l’espressione simbolica come analoga o come denominazione abbreviata di una cosa è SEMEIOTICA. Una concezione che definisce l’espressione simbolica come la migliore possibile, e quindi come la formulazione più chiara e…