Tra due persone può nascere un mondo. E’ questo che gli amanti abbracciano.

0
5758

amore_coppia Mani“Tra due persone accade che talvolta, molto raramente, nasca un mondo. Questo mondo è poi la loro patria, era comunque l’unica patria che noi eravamo disposti a riconoscere. Un minuscolo microcosmo, in cui ci si può sempre salvare dal mondo che crolla.”
(Martin Heidegger a Hannah Arendt)

«Gli amanti si abbracciano l’un l’altro, ma è ciò che sta tra loro che soprattutto abbracciano.» (Kahlil Gibran)

” […] Il mio invito significa che lei dovrebbe elevarsi al livello di una simile comprensione il cui veicolo è l’amore e non la mente. Questo amore non è transfert e non è ordinaria amicizia o simpatia. E’ più primitivo, più ancestrale e più spirituale di qualsiasi cosa possiamo descrivere. Quel piano superiore non è più lei o io, significa molti, inclusi lei e chiunque di cui lei tocchi il cuore. Non c’è distanza, ma presenza immediata. E’ un segreto eterno, come potrei mai spiegarlo?”
(C. G. Jung – lettera a Mary Mellon)

Servizi Jung Italia
Donazione Paypal Jungitalia Puoi contribuire all’uscita di nuovo materiale gratuito che potrò mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori. Il Jung Italia è un progetto personale che porto avanti del tutto volontariamente, e ha fatto crescere e formare migliaia di curiosi, addetti e appassionati alla psicologia.
Articolo precedentePsicoanalisi e poesia. Tu sei ciò che Ami, non ciò che Ama Te: sei simbolo dell’amore che porti
Prossimo articolo«L’àncora salvifica» (Estratto d’articolo, di Emanuele Casale)
Emanuele Casale (Admin Jung Italia)
Fondatore del Jung Italia. Psicologo Clinico. Originario di Salerno, vivo a Roma. Fin dall'età di 14 anni ho iniziato ad interessarmi alla filosofia occidentale e orientale e all'età di 17 anni scopro Jung. A 21-22 anni iniziano le mie attività di pubblicazioni tramite riviste di psicologia e interventi in qualità di ospite o relatore presso convegni e seminari di psicologia. Nel 2012 conosco in Svizzera uno dei nipoti di Jung, e l'anno successivo mi concede un'intervista speciale in occasione della presentazione del "Libro Rosso" alla biennale di Venezia. Attualmente collaboro e lavoro come psicologo o studioso indipendente con associazioni, riviste scientifiche, scuole di psicoterapia e con diversi autori dell'ambito accademico e non. I miei studi d'approfondimento vertono sugli sviluppi odierni relativi alla psicologia complessa (analitica) e sulle ricerche inerenti il versante "Psiche e Materia".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome