L’uomo come un ‘fine’, e mai come un ‘mezzo’. (Immanuel Kant)

1
707

220px-Immanuel_Kant_(painted_portrait)“Io sono uno studioso e sento tutta la sete di conoscere che può sentire un uomo. Vi fu un tempo nel quale io credetti che questo costituisse tutto il valore dell’umanità; allora io sprezzavo il popolo che è ignorante. E’ Rousseau che mi ha disingannato. Quella superiorità illusoria è svanita, ho imparato che la scienza è inutile, se non serve a mettere in valore l’umanità”
(Immanuel Kant – Critica della ragion pratica)

“Agisci in modo da trattare l’uomo così in te come negli altri sempre anche come fine, non mai solo come mezzo.” (Immanuel Kant)

“Agisci in modo che ogni tuo atto sia degno di diventare un ricordo.”
(Immanuel Kant)

Servizi Jung Italia
Donazione Paypal Jungitalia Puoi contribuire all’uscita di nuovo materiale gratuito che potrò mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori. Il Jung Italia è un progetto personale che porto avanti del tutto volontariamente, e ha fatto crescere e formare migliaia di curiosi, addetti e appassionati alla psicologia.

1 commento

  1. Io sono invece a prendere a male parole il Buon Rousseau.. è pura utopia nella mia esperienza.. parlo di amicizie in cui ho profuso tutto e di amori.
    Tanti di quelli che consideravo miei ” amici” hanno preso finchè conveniva.. mi hanno poi voltato le spalle o peggio..
    L’ amore di una Musa e per una Musa vale, ma alla fine il maschio cerca madri surrogate- badanti e segretarie o echi di sè.
    Si naviga a vista nel mio mare e sulla mia zatterina ammetto ben pochi esseri. I parassiti sono ovunque.. e non avrei mai voluto ammetterlo sai?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome