E' morta a 100 anni l'ultima figlia di JUNG, studiosa dell'iconografia cristiana…

0
4459
Helen Hoerni Jung Figlia di Jung 1 luglio 2014
(Helene Hoerni-Jung 1914-2014)

ARTICOLO DA LEGGERE E TRADURRE IN ITALIANO con GOOGLE TRANSALTE (clicca qui per leggere):

Helene Hoerni-Jung, la più giovane dei figli di Jung è morta il 1 Luglio all’età di 100 anni. Questo articolo, , pensato in tedesco,può essere letto usando Google Translate o altri programmi simili. Hoerni-Jung studiò Iconografia cristiana ortodossa, insegnò a lungo, e pubblicò libri come “Mary, the Female Image” and “From the Inner Man: Images of the Divine Son.”
(Ringrazio Eldo Stellucci per aver riportato il link e la notizia e indicazioni bibliografiche utili di Helene)

“E’ la figlia che suonava il pianoforte…Andreas, il nipote di Jung, quando chiesi info riguardo l’ultima figlia in vita di Jung, mi disse che viveva poco distante da casa Kusnacht ma che oramai non riconosceva più tanto bene le persone…Mi fa un certo effetto questa notizia ora…”
(Emanuele Casale)

Servizi Jung Italia
Donazione Paypal Jungitalia Puoi contribuire all’uscita di nuovo materiale gratuito che potrò mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori. Il Jung Italia è un progetto personale che porto avanti del tutto volontariamente, e ha fatto crescere e formare migliaia di curiosi, addetti e appassionati alla psicologia.
Articolo precedenteManifestazioni comportamentali dell'archetipo Senex nella psiche dell'individuo
Prossimo articoloAccettiamo di vivere nell’infelicità perché abbiamo paura dei cambiamenti. (“Mangia, prega, ama”, di Elizabeth Gilbert)
Emanuele Casale (Admin Jung Italia)
Fondatore del Jung Italia. Psicologo Clinico. Originario di Salerno, vivo a Roma. Fin dall'età di 14 anni ho iniziato ad interessarmi alla filosofia occidentale e orientale e all'età di 17 anni scopro Jung. A 21-22 anni iniziano le mie attività di pubblicazioni tramite riviste di psicologia e interventi in qualità di ospite o relatore presso convegni e seminari di psicologia. Nel 2012 conosco in Svizzera uno dei nipoti di Jung, e l'anno successivo mi concede un'intervista speciale in occasione della presentazione del "Libro Rosso" alla biennale di Venezia. Attualmente collaboro e lavoro come psicologo o studioso indipendente con associazioni, riviste scientifiche, scuole di psicoterapia e con diversi autori dell'ambito accademico e non. I miei studi d'approfondimento vertono sugli sviluppi odierni relativi alla psicologia complessa (analitica) e sulle ricerche inerenti il versante "Psiche e Materia".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome