Se incontrassi un altro TE, cosa gli diresti? «Another Earth» un film di Mike Cahill e Brit Marlink

1
1822

«Nell’immensità del cosmo che esiste da più di 13 mila milioni di anni, c’è una copia esatta del nostro pianeta, con una copia esatta di noi stessi…allora cominci a chiederti se quell’altro ME abbia fatto gli stessi errori che ho fatto io e se quel me sia migliore di questo ME»

«Se incontrassi l’altro te, cosa gli diresti?»

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=hyW1NUQ2Tk4]

Servizi Jung Italia
Donazione Paypal Jungitalia Puoi contribuire all’uscita di nuovo materiale gratuito che potrò mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori. Il Jung Italia è un progetto personale che porto avanti del tutto volontariamente, e ha fatto crescere e formare migliaia di curiosi, addetti e appassionati alla psicologia.
Articolo precedenteCerchiamo un Dio in quest’inverno dell’anima – Poesia di Emanuele Casale
Prossimo articoloIl godimento immediato ed effimero è lontano del "Desiderio". Imparare a desiderare. (di Massimo Recalcati)
Emanuele Casale (Admin Jung Italia)
Fondatore del Jung Italia. Psicologo Clinico. Originario di Salerno, vivo a Roma. Fin dall'età di 14 anni ho iniziato ad interessarmi alla filosofia occidentale e orientale e all'età di 17 anni scopro Jung. A 21-22 anni iniziano le mie attività di pubblicazioni tramite riviste di psicologia e interventi in qualità di ospite o relatore presso convegni e seminari di psicologia. Nel 2012 conosco in Svizzera uno dei nipoti di Jung, e l'anno successivo mi concede un'intervista speciale in occasione della presentazione del "Libro Rosso" alla biennale di Venezia. Attualmente collaboro e lavoro come psicologo o studioso indipendente con associazioni, riviste scientifiche, scuole di psicoterapia e con diversi autori dell'ambito accademico e non. I miei studi d'approfondimento vertono sugli sviluppi odierni relativi alla psicologia complessa (analitica) e sulle ricerche inerenti il versante "Psiche e Materia".

1 commento

  1. L’idea di una seconda Terra non è nuovo, ma la prima volta che viene servita in questa forma. Nel film, non si vedrà alcun volo nello spazio, né alieni. Vedrete la tragedia, il dramma di due vite spezzate, la cui causa era un pianeta chiamato “Riflessioni della Terra.” Mike Cahill è un regista di grande talento (mi piace anche il suo film “I Origins” https://www.filmstreaming.zone/453-i-origins-2014.html )

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome