Terrorismo e psicologia: alcune dinamiche legate all’Ombra e alla proiezione. Cosa può fare lo psicologo? (di Filippo Pergola)

0
424
Rivista Psicologia Internazionale IJPE
Copertina dell’ultimo volume

Appena uscito da qualche giorno il nuovo numero della rivista “International Journal of Psychoanalysis and Education” (IJPE), con cui il Jung Italia ed Emanuele Casale hanno l’onore di collaborare, e di cui presentiamo, qui, un assaggio del discorso d’apertura del nuovo volume scritto da Rocco Filipponeri Pergola (Editor-in-Chief), psicoterapeuta e docente universitario (Roma, Tor Vergata).

  • Per scaricare l’intero numero o i singoli articoli del volume della rivista clicca qui
  • Per scaricare l’articolo d’apertura al nuovo volume (di cui leggerai un estratto qui sotto) clicca qui
  • Per rimanere aggiornato sulle uscite dei nuovi numeri metti “mi piace” alla pagina facebook della rivista

 

Non ti accorgi che l’altro è dentro di te?
Pensiero contro il Terrore

(di Rocco Filipponeri Pergola)

[dropcap letter=”I”]l terrore, dall’11 settembre in poi, si presenta come un sintomo di un mondo globalizzato che non è riuscito a venire a patti con il selvaggio e con il barbaro: l’avidità, la cupidigia, lo sfruttamento, la divisione della società in classi, l’appropriazione di ricchezza, la dominazione.

I terroristi generalmente si esprimono in termini religiosi. Il nemico è visto come il “diavolo” e il terrorista si percepisce come l’agente “eroico” del divino. Il criminale cerca il proprio tornaconto personale, mentre il terrorista, in nome di un transpersonale valore collettivo – una religione, un’identità etnica o nazionale, una visione “patriottica”, ecc – sacrifica la propria vita personale al suo, sebbene idiosincratico e perverso, presunto “dio”. Purezza e visione ideativa dell’altro. I membri di un gruppo lasciano che le differenze individuali sfumino nel processo d’identificazione narcisistica l’uno con l’altro, ove la differenza e l’alterità divengo-no l’elemento impuro.
Lo sporco è un fattore che è stato da tempo definito in senso culturale e storico come ciò che si trova nel posto sbagliato e che non può quindi essere per-messo se un modello o un sistema simbolico devono continuare a esistere. L’incertezza, l’insicurezza e l’ambivalenza non possono essere sopportate ma devono essere eliminate come qualcosa di impuro così da poter creare un universo omogeneo e coerente da un punto di vista simbolico.

Psicologia del terrorismo jung

Ciò avviene soprattutto nell’Islam. Tale fantasia narcisistica di ri-specchiamento e di purezza, provoca un’enorme aggressività persecutoria nei con-fronti del differente che minaccerebbe la coe-sione interna
In alcuni gruppi il “noi” che caratterizza l’appartenenza a una comunità è sostituito dal “noi siamo” che, quasi necessariamente, comporta intolleranza e potenziale violenza rispetto a coloro che appartengono all’altro gruppo. L’ideologia del gruppo definisce ciò che è buono e ciò che è cattivo: le regole del gruppo prendono il posto del Super-Io individuale. Molte ideologie di questi gruppi di adolescenti sono incoerenti e contraddittorie e spesso hanno bisogno che la loro presunta verità venga assicurata attraverso la violenza. L’aggressività e la violenza possono essere incrementate quando parti di se stessi insopportabili, deboli, disprezzate e disperate, emozioni e paure, sono proiettate sull’oggetto esterno, con la necessità di dover essere poi esorcizzate attraverso l’attacco alle vittime. Così lo jiahdista corre il pericolo di perdere completamente qualsiasi contatto in…

[per continuare a leggere l’articolo clicca qui]

[per scaricare tutti gli articoli del nuovo volume delle rivista invece clicca qui]


LIBRI su psicologia e terrorismo:
Psicologia del terrorismo (John Horgan)

Psicologia del terrorismo (John Horgan)

 

Terrorismo e Guerra. Dinamiche inconsce della violenza politica.

Terrorismo e Guerra. Dinamiche inconsce della violenza politica

 

 

James Hillman - Un terribile amore per la guerra

           Un terribile amore per la guerra (James Hillman)

 

 

 

 

 

Servizi Jung Italia
Donazione Paypal Jungitalia Puoi contribuire all’uscita di nuovo materiale gratuito che potrò mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori. Il Jung Italia è un progetto personale che porto avanti del tutto volontariamente, e ha fatto crescere e formare migliaia di curiosi, addetti e appassionati alla psicologia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome