Taci, nasconditi, dentro di te celi un mondo, ascolta il suo canto [Poesia di Fëdor Tjutčev]

0
11398

Fëdor Tjutčev

Bisogna leggere le poesie e i romanzi sempre con gli occhi di Psiche, come ci insegnò Jung magistralmente, ricavando tesori immensi da componimenti poetici e letterari.

Questi versi poetici del poeta russo Fëdor Tjutčev, ci indicano con bellezza unica quanto sia importante il silenzio per l’anima, le poche parole, il poco, il nascondersi, l’occultarsi…

PS: se ti piacciono le poesie scelte dal Jung Italia ne trovi tante altre qui ➡ sezione poesie

BUONA LETTURA!


Fëdor Tjutčev
Fëdor Tjutčev

Poesia di Fëdor Tjutčev

«Taci, nasconditi ed occulta
i propri sogni e sentimenti;
che nel profondo dell’anima tua
sorgano e volgano a tramonto
silenti, come nella notte
gli astri; contemplali tu e taci.

Può palesarsi il cuore mai?
Un altro potrà mai capirti?
Intenderà di che tu vivi?
Pensiero espresso è già menzogna.
Torba diviene la sommossa
Fonte: tu ad essa bevi e taci.

Sappi in te stesso vivere soltanto.
Dentro te celi tutto un mondo
d’arcani, magici pensieri,
quali il fragore esterno introna,
quali il diurno raggio sperde:
ascolta il loro canto e taci!..»

(Silentium!  di Fëdor Tjutčev. Tommaso Landolfi)
______________________

Grazie per la segnalazione di questa bellissima poesia ad una delle nostre migliori utenti  sul gruppo facebook Jung Italia, che sempre ci arricchisce di contenuti unici e culturali: Rossana Pizzo! 🙂 

Poesie di Fëdor Tjutčev
Poesie di Fëdor Tjutčev
Servizi Jung Italia
Donazione Paypal Jungitalia Puoi contribuire all’uscita di nuovo materiale gratuito che potrò mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori. Il Jung Italia è un progetto personale che porto avanti del tutto volontariamente, e ha fatto crescere e formare migliaia di curiosi, addetti e appassionati alla psicologia.
Articolo precedenteLe relazioni umane si fondano su ciò che è imperfetto, sul nostro lato “umano, troppo umano”
Prossimo articoloA partire dalle nostre Radici. Presentimenti retrospettivi | Workshop di Psicodramma | Torino 23-9-2017
Fondatore del Jung Italia. Psicologo Clinico. Originario di Salerno, vivo a Roma. Fin dall'età di 14 anni ho iniziato ad interessarmi alla filosofia occidentale e orientale e all'età di 17 anni scopro Jung. A 21-22 anni iniziano le mie attività di pubblicazioni tramite riviste di psicologia e interventi in qualità di ospite o relatore presso convegni e seminari di psicologia. Nel 2012 conosco in Svizzera uno dei nipoti di Jung, e l'anno successivo mi concede un'intervista speciale in occasione della presentazione del "Libro Rosso" alla biennale di Venezia. Attualmente collaboro e lavoro come psicologo o studioso indipendente con associazioni, riviste scientifiche, scuole di psicoterapia e con diversi autori dell'ambito accademico e non. I miei studi d'approfondimento vertono sugli sviluppi odierni relativi alla psicologia complessa (analitica) e sulle ricerche inerenti il versante "Psiche e Materia".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome